“EI FU, SICCOME IMMOBILE”

Pubblicato Il

Siamo alle porte dell’estate, dei mesi più caldi (speriamo) durante i quali si esce, si trascorrono le serate in compagnia, si partecipa a eventi all’aperto…
Maggio rimane nei ricordi avvolto dal profumo delle robinie e dei sambuco in fiore; il mese delle passeggiate serali immerse nel verde e nelle bianche chiome degli alberi, dei rosari a San Dionigi e nelle edicole mariane del paese, delle Comunioni e delle Cresime…
Giugno il mese degli ultimi giorni di scuola, dei tornei estivi, dei concerti, dell’oratorio feriale… Ma i nostri giovani e ragazzi non sono più quelli di dieci, venti anni fa. La società in cui viviamo è cambiata, non sono più sentiti i tornei estivi, le uscite serali: la tecnologia, la pigrizia li hanno come divorati. I nostri paesi rischiano con gli anni di diventare villaggi per la terza età. Meno bambini, meno giovani attivi, l’età della pensione che avanza, meno volontari e iniziative per divertirsi. Il rischio è quello di vivere in paesi immobili, di sepolcri imbiancati e già lo vediamo a Cernusco in questo prossimo mese dove gli eventi proposti si contano sulle dita di una mano. Per di più c’è anche chi propone, organizza ma non trova né collaboratori né persone che partecipano agli eventi.
D’altro canto in questo ultimo mese hanno aperto tre bar nuovi a Cernusco, Osnago lancia Un’estate per gioco e si appresterà, non si sa ancora quando, ad avere un nuovo centro sportivo in via Matteotti… segnali positivi, ma non bastano. Bisogna vivere i nostri paesi, darsi da fare e collaborare nella comunità di cui facciamo parte, mettendo da parte invidie ed egoismi. Solo così potremo lasciare in eredità a chi verrà tradizioni, ricordi e soprattutto un clima sereno. Che sia un buon inizio d’estate!

D.V.

 



Mobile Sliding Menu

Dentro&Fuori.it | Copyright © 2018
Powered by Pc Lab Service