CERNUSCO, DALLA CINA CON STUPORE

Pubblicato Il
- Updated

Era il 19 maggio scorso quando nella chiesa di Cernusco si è notato uno strano movimento. Qualcuno ci ha subito informati, senza però saperci dire qualcosa di preciso. Così abbiamo “rincorso” la notizia per due mesi e dopo aver sentito persone diverse siamo riusciti a contattare padre Mario Marazzi del Pime che si trova a Hong Kong. E’ stato molto disponibile, ci ha fornito informazioni dettagliate e riferimenti precisi per raccontare ai nostri lettori l’interessante storia che affonda le radici nel lontano 1946.
In quell’anno, poco dopo la guerra, nella chiesa di San Giovanni Battista a Cernusco vennero consacrati dodici padri missionari. Un avvenimento particolare e unico che fu permesso perché il paese era raggiungibile a piedi dalla Grugana, sede del Pime, dove risiedevano i consacrandi.
Tra i futuri padri c’era Giuseppe Carrà (nella foto in galleria), primo direttore del Raimondi College di Hong Kong, che il prossimo anno festeggerà sessant’anni di fondazione. Per questa data importante, un ex alunno della scuola e precisamente Amos Wong, ha avuto la bella idea di riprendere la chiesa di quella particolare consacrazione (solitamente in Duomo a Milano), evidenziando la differenza nell’architettura  di allora con quella di oggi. Il suo è stato un lungo viaggio per riprendere sia la chiesa della consacrazione, ma anche i luoghi che videro il percorso spirituale di padre Carrà, stimato e amato missionario, deceduto improvvisamente nel 1991 a Hong Kong. Tutti i sacerdoti poi hanno fatto il loro percorso sulla via dell’evangelizzazione dei popoli e padre Carrà è stato inviato all’interno della Cina dove è rimasto sino al 1958 quando venne scelto per dirigere la scuola cattolica che stava sorgendo a Hong Kong. Purtroppo noi non siamo riusciti ad avere la foto della consacrazione, nonostante gli scambi avuti via mail in questo periodo sia con il Pime di Milano che con Hong Kong. Tra i consacrati a Cernusco in quel lontano 1946 c’era anche padre Angelo Gianola, ultranovantenne che risiede al Pime di villa Grugana, unico superstite dei dodici, ma che proprio di recente, per problemi di salute è in convalescenza in un’altra località.
Grazie a padre Marazzi, abbiamo avuto la mail di Mr Wong, e lui gentilmente ha risposto a alcune nostre domande.

Chiediamo anzitutto a Mr Wong il perché di queste riprese…
«L’idea è stata mia. Volevo riprendere alcune immagini della stessa angolatura di 60 anni fa, come ho visto in alcune vecchie foto che appartengono al PIME. Il contrasto e il cambiamento sono interessanti».

Ha avuto problemi con la lingua o altro qui in Italia?
«Sono stato in Europa altre volte e anche se non parlo italiano non ho avuto alcun tipo di problema anche perché il sistema di trasporto di Milano, dove ero alloggiato, è ben organizzato»

Chi l’ha aiutata in questa impresa?
«Padre Marazzi ha contattato il Pime a Milano e due padri ci hanno accompagnato nei diversi luoghi per le riprese».

Come ha trovato il contesto?
«Bello il paesaggio, le montagne, il lago e bella anche l’architettura. Inoltre ho incontrato persone molto disponibili».

Che cosa sta preparando esattamente?
«Stiamo preparando un documentario su padre Carrà che ha diretto per primo il Raimondi College in Hong Kong per i sessant’anni di fondazione. La visita è durata tre giorni e lo staff del Pime ha predisposto ogni cosa  per noi per cui non abbiamo avuto difficoltà. E’ la seconda volta che vengo in Italia ed è un Paese molto bello. Ma è la prima volta che visito i piccoli centri e ho constatato che le chiese qui sono grandi quanto quelle delle grandi città».

Se Mr Wong è rimasto sorpreso dalle grandi chiese dei piccoli paesi, anche noi dobbiamo ammetterlo, siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalle riprese fatte nella chiesa cernuschese. Riprese che hanno portato alla ribalta un vecchio episodio di cui si erano perse memoria e tracce. Ora, grazie a lui, ritrovate.

Silvana Ferrario

IL RAIMONDI COLLEGE DI HONG KONG

Il Raimondi College è una delle tante scuole cattoliche di Hong Kong in cui studiano poco più di 150 mila studenti. Sono scuole aperte a tutti e ambite dai genitori per la qualità dell’insegnamento e la serietà della formazione. Solo l’11% degli studenti di queste scuole sono cattolici. Sono quindi ambienti aperti all’annuncio del Vangelo.
Al Raimondi College è stato dato questo nome per ricordare Mons. Timoleone Raimondi del PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere), il primo Vicario apostolico (vescovo) di Hong Kong.
Fin dall’inizio della colonia britannica di Hong Kong, la Chiesa ha sempre promosso l’educazione della gioventù. Nei luoghi dove operavano i missionari, la diocesi vi costruiva scuole elementari. Scuole superiori furono fondate da congregazioni di religiosi (uomini e donne) con esperienza educativa. Il Raimondi College è stato la prima scuola superiore costruita e gestita dalla diocesi stessa.
Sopra la cattedrale, che sorge sul fianco della montagna sovrastante la baia di Hong Kong, c’erano dei vecchi edifici appartenenti alla Chiesa. Furono demoliti per far posto alla nuova scuola, essa pure come tanti grattacieli di Hong Kong fondata sul poco spazio offerto da un pendio.
Il 19 marzo del 1958 P. Giuseppe Carrà, un missionario del PIME che prima di giungere a Hong Kong aveva lavorato nell’interno della Cina, fu scelto come direttore della scuola che stava sorgendo. Fu il responsabile della scuola fino alla sua morte avvenuta improvvisamente il 31 dicembre 1991. S’impegnò con successo nel lavoro di educazione a livello superiore che, per la diocesi di Hong Kong, era in gran parte nuovo. La ragione di questo successo era dovuta in particolare alla capacità di P. Carrà di impegnare i laici nella vita e nel servizio ecclesiale.
Il 10 aprile, centesimo anniversario dell’arrivo a Hong Kong del primo missionario del PIME, Paolo Reina, il vescovo di Hong Kong pose la prima pietra. Pochi mesi dopo, il 18 dicembre, il Pro-prefetto di Propaganda Fide, l’armeno card. Gregorio Agagianian, presiedette l’inaugurazione ufficiale.
Il Raimondi College ha conosciuto un continuo sviluppo. Nel 1971 venne aggiunta una nuova ala. In seguito, la sezione elementare prima e la materna poi, furono trasferite in due differenti edifici in altra parte della città.

Ringraziamo per la preziosa collaborazione padre Mario Marazzi che ci ha dato le informazioni anche sul Raimondi College di Hong Kong, Mauro Moret del Pime che si è attivato per cercare le vecchie foto e Mr Amos Wong che ha risposto alle nostre domande.



Mobile Sliding Menu

Dentro&Fuori.it | Copyright © 2018
Powered by Pc Lab Service