OSNAGO, MARCIA DELLA PACE IN PIAZZA

Pubblicato Il
- Updated

I colori delle bandiere della Pace giovedì 4 ottobre,  giornata che ricorda San Francesco, hanno invaso la piazza della Pace di Osnago. Bandiere però molto particolari, in quanto sono state realizzate da tutti gli studenti dell’istituto comprensivo di Cernusco Lombardone. Le scuole primarie di Montevecchia, Lomagna, Osnago e Cernusco e la scuola secondaria di Cernusco hanno invaso di colori e di suoni le vie del territorio dei quattro paesi e si sono dati appuntamento in piazza a Osnago per condividere insieme la giornata della pace, nata dall’idea dei ragazzi del Consiglio Sovraccomunale e in particolare dal babysindaco Giorgia Razza.

Nei mesi scorsi, infatti, durante una delle sedute del consiglio era emersa questa idea, di coinvolgere tutto l’istituto e una volta sottoposta ai sindaci delle Amministrazioni dei Comuni interessati e, avendo avuto subito pieno sostegno, l’iniziativa è stata portata aventi all’interno dell’istituto, coinvolgendo a 360 gradi tutti gli studenti. Gli alunni delle elementari hanno preparato striscioni e bandierine, proponendo anche in coro la canzone di De Andrè Girotondo, accompagnati da tutte le loro maestre. Sul palco c’erano presenti diversi musicisti della scuola secondaria che, grazie al lavoro svolto nelle scorse settimane dagli insegnanti di musica Maurizio Cavallo e Cristiana Torazza, hanno eseguito i brani Blowin’in the wind e Imagine, accompagnati da tutti gli altri studenti. La manifestazione è stata presentata dal professor Walter Rubboli, da sempre impegnato insieme ad altri diversi colleghi a sostenere iniziative di questo genere.

Il sindaco di Osnago Paolo Brivio ha voluto sottolineare l’importanza di poter parlare ai ragazzi, usando un linguaggio capace di comunicare a loro in modo semplice e diretto insistendo molto sull’importanza e la capacità di comprendere il significato della parola Pace.  Il borgomastro ha espresso anche l’augurio per tutti i giovani studenti di essere in grado di scoprire la bellezza e la virtù della curiosità per intraprendere un cammino di costruttori di pace.
«Sicuramente il nuovo e il diverso può spaventare, ma non deve essere un ostacolo anzi ognuno deve essere in grado di scoprire la bellezza di una lingua, di un modo di vita diverso, di usanze e tradizioni dell’altro» ha aggiunto.
Ha anche messo in luca l’importanza di percepire e individuare gli atti di bullismo all’interno delle proprie classi in modo da combatterlo e costruire la pace anche in quel contesto. Ha ringraziato tutti gli organizzatori presenti in modo particolare Giorgia Razza per l’importante idea che ha portato alla realizzazione di questa iniziativa e anche i sindaci degli altri paesi presenti, facendosi portavoce della risposta molto positiva e molto partecipata all’evento.
«E’ la prima volta che ci si incontra tutti insieme – ha concluso  Brivio – oltre alle Curoniadi e per alcune classi dell’istituto alla giornata della memoria non c’era ancora stata una giornata cosi, nel giorno giusto, dedicato a San Francesco, nel luogo giusto cioè la piazza intitolata proprio alla Pace e nel modo giusto, ovvero marciando come faranno nei prossimi giorni tutti quelli che raggiungeranno Assisi per la Marcia della Pace, a cui parteciperanno anche alcuni allievi della scuola secondaria accompagnati dai loro insegnanti».
Sul palco è salita poi il sindaco del Consiglio sovracomunale dei ragazzi e delle ragazze, spiegando che è da circa un anno che si stava lavorando per organizzare questa manifestazione  in vista della marcia della pace di Assisi, alla quale parteciperanno alcuni rappresentanti dell’istituto tra cui lei. Giorgia ha spiegato ai tutti i presenti che l’idea è nata per portare a sensibilizzare tutti i cittadini, a partire dai più giovani, l’importanza delle Pace e per non essere indifferenti agli avvenimenti che ogni giorno ci circondano.
amminare insieme per costruire un mondo migliore, riscoprire d’essere umani mettendo da parte l’egoismo e la discriminazione e tenendo vivo il desiderio di una società giusta e solida, è ciò che ha voluto esprimere il babysindaco a tutti i presenti.
Anche il nuovo preside Antonio Cassonello ha salutato i presenti e ringraziando tutti per la bellissima iniziativa cogliendo l’occasione di presentarsi per la prima volta a tutti gli studenti e genitori presenti dell’istituto. Non è mancata la presenza di chi ha preceduto negli anni l’attuale dirigente, ovvero Giordano Cereda che ha salutato tutti i presenti ricevendo un sentito applauso. La mattinata si è conclusa con un canto finale che ha coinvolto tutti i presenti e tutti i bambini hanno lasciato le loro bandierine nella piazza come segno e ricordo di questa riuscita e bella manifestazione. L’istituto comprensivo di Cernusco, grazie all’impegno di tutti gli studenti, insegnanti, maestre e diversi volontari, è riuscito a realizzare uno dei più significativi appuntamenti sul territorio.

Fotoservizio S. Brivio e L. Orma



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2018 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati
Powered by Pc Lab Service