CERNUSCO, ADDIO OLGA STORICA MUGNAIA

Pubblicato Il
- Updated

Domenica 12 gennaio si è spenta all’Hospice di Airuno Olga Lavelli, 98 anni, circondata dall’affetto dei suoi cari, i figli Mario Carlo, Adele e Marco, il fratello Venanzio e i nipoti.
Una donna che ha dato tanto per la sua famiglia, che fino agli ultimi mesi ha frequentato il Centro anziani Auser, dove lo scorso novembre aveva festeggiato, con l’inseparabile amica Giovannina Corneo, l’ultimo compleanno.
Con il marito PietroPierino” Formenti, sposato nel 1946 e deceduto nell’83, aveva vissuto in via Vitale Sala presso la corte del Mugnaio,  dove avevano continuato l’attività di mugnai, intrapresa dal marito da giovane presso il Molinazzo.
Ci aveva parlato in un’intervista del 2014 dei ricordi della vita presso il cortile, luogo d’incontro per raccontarsi la vita al mulino tra animali e farina, portata avanti col marito e cinque figli, non dimenticando alcuni aneddoti tragicomici avvenuti, come la visita della Finanza e il salvataggio di Pierino, rimasto impigliato con la maglietta nella cinta del mulino, grazie allo zio Carletto.
Rimasta vedova e circondata dall’affetto dei suoi familiari, amava trascorrere i suoi pomeriggi al Centro anziani fino a quando la salute glielo ha permesso e leggere il nostro mensile appena veniva pubblicato.
«Una madre fantastica a cui ho avuto la fortuna di stare vicino per 65 anni, in particolare in questi ultimi anni in cui le ho dedicato gran parte del mio tempo con affetto e dedizione – ricorda commosso Carlo – Mi mancherà!».
Le esequie sono state celebrate da don Alfredo Maggioni martedì 14 alle 10.30 in una chiesa gremita.
La redazione si stringe intorno al figlio Carlo, nostro prezioso collaboratore.

D.V.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2020 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati