CERNUSCO, IL CASO DELLO STRADINO FINISCE SU RETE 4

Pubblicato Il
- Updated

“Si può dormire al lavoro.  Il giudice assolve il netturbino”. Così  era intitolato il servizio del Tg4 delle 19 trasmesso in seguito a Dalla vostra parte, sempre su Rete 4, lunedì 16 ottobre.
Il paese di Cernusco al centro della cronaca a causa della vicenda giudiziaria che ha visto protagonisti in tribunale a Lecco l’Amministrazione comunale e l’operatore ecologico Santo Bianco, accusato di prendersi pause prolungate durante gli orari di lavoro. Qualche settimana fa era statao  assolto dal giudice.
La notizia è andata oltre “confine”, arrivando prima sulle pagine del Corriere della Sera e ora sulle reti Mediaset. E’ di Vera Gandini il servizio girato in paese, dove ha incalzato l’uomo  in via Stoppani, a bordo del furgoncino con cui raccoglie rifiuti, con domande precise: «Lei lavora? Ma le hanno detto che lei non lavora!? Perchè l’hanno contestata?».
Lui si è difeso, rispondendo ai quesiti, prima di ripartire a bordo del furgoncino carico di rifiuti; inoltre è stata raccolta anche la testimonianza di un collega che ha dichiarato: «Un giorno è arrivato sul lavoro al cimitero arrabbiato e ha dato un pugno alla porta; che se io avessi voluto denunciarlo… ha tirato un pugno, ci sono questi segni nella porta di ferro».
Al servizio non sono seguiti commenti in studio; è stata una testimonianza sull’inchesta legata al tema dei furbetti sul lavoro.
Inquadrati durante il servizio anche il centro paese e la discarica comunale.

Dario Vanoli



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2019 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati
Powered by Pc Lab Service
".(9146*6663)."