CERNUSCO, NUOVI LAVORI PER L’ORATORIO SAN LUIGI

Pubblicato Il

Con un disegno esposto in oratorio il parroco don Alfredo Maggioni ha voluto comunicare ai parrocchiani, in occasione della festa dell’oratorio, come cambierà il volto di parte del centro giovanile San Luigi. Da diversi mesi addetti ai lavori, autorità competenti e il sacerdote stavano valutando quale fosse la soluzione migliore, visto l’obbligo, secondo la normativa vigente, di separare l’ingresso dell’oratorio da quello del cine-teatro.

Don Alfredo Maggioni, parroco di Cernusco dall’1 novembre 2006

«A seguito di adeguare la sala del cine-teatro, rispettando le normative dei Vigili del fuoco, dopo quattro anni di riflessione siamo giunti a eleborare un nuovo progetto che, una volta ottenute le approvazioni,  cercheremo di realizzare nel più breve tempo possibile, limitando al minimo l’inevitabile disagio – ha scritto il parroco – Il lavoro interesserà l’ingresso del cine-teatro che deve essere separato dagli altri ingressi. Questi anni sono stati utili per riflettere sull’opportunità di conservare attiva una così grande e costosa struttura».
In quanto parte fondamentale a servizio della Comunità per tutte le età, la sala continuerà a rimanere disponibile anche per ogni necessità della società civile sul territorio nel rispetto dell’etica dell’oratorio.
«In sede di progetto – spiega don Alfredo – si è dato privilegio all’ingresso della sala dal cortile, che fornisce sicurezza e protezione, soprattutto durante l’afflusso di bambini e ragazzi. L’attuale ingresso dell’oratorio diventerà atrio percorribile principalmente per raggiungere aule, bar e cortile».
La lunga parete segnata in rosso nel disegno sottostante del progetto compartimenterà i due ambienti.
L’ingresso alla sala viene ricavato dove attualmente si trovano i bagni centrali; questi verranno spostati  nella vecchia cucina, il cui spazio è alto 5,10 metri; pertanto verrà diviso in due piani con un piccolo interramento di 55 cm in modo da creare il regolare vespaio. Come si può vedere dal disegno, i wc centrali saranno accessibili dal portico e saranno divisi per maschi e femmine. Il resto del locale al piano terra sarà collegato al palco del teatro e sarà adibito a camerini degli artisti munuti di bagno.
«Il piano superiore – aggiunge il parroco – sarà accessibile con una scala corrispondente a quella della cucina e sarà di 16  per 4 metri, così l’oratorio avrà uno spazio al coperto più ampio, maggiore funzionalità e servizi decisamente più accoglienti. Ciascuno potrà godere al meglio di questo luogo che va comunque curato e amato. Dio che ha fatto tutto così bene ci aiuti».
Il parroco aveva già ristrutturato il cortile dell’oratorio nel 2007 realizzando un’area giochi per bambini, i campi da basket e di pallavolo e il campo sintetito di calcio a 7 e al centro un’area verde. Negli anni a seguire ha dato il via alla realizzazione di una cucina attrezzata e a norma e allaristrutturazione della cappella, ricavando anche nuove aule per la catechesi, la sede del GS San Luigi e un appartamento per sacerdoti di passaggio o il seminarista di riferimento. Dopo questo prossimo intervento l’unica parte che rimane da riqualificare pare essere quella degli spogliatoi.

D.V.

Disegno progetto esposto

Clicca sopra per ingrandire
Modellino realizzato in scala da Giuseppe Maggioni. Rappresentazione attuale dell'oratorio San Luigi


Mobile Sliding Menu

© Copyright 2019 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati
Powered by Pc Lab Service
".(9146*6663)."