SANITA’, TUTTO SULLA LEGIONELLA

Pubblicato Il

La legionella, e in particolare la variante Pneumophila, è un batterio che causa un particolare tipo di polmonite potenzialmente letale specie se associato ad un quadro di insufficienza respiratoria.
Ma dove si trova questo germe?
Le legionelle sono presenti negli ambienti acquatici naturali e artificiali: si riscontrano nelle sorgenti, comprese quelle termali, nei fiumi, laghi, vapori, terreni (quindi impianti di condizionamento, le tubazioni vecchie, i bollitori, i soffioni della doccia mal conservati).
Da questi ambienti esse risalgono a quelli artificiali come le condotte cittadine e gli impianti idrici degli edifici, come i serbatoi, le tubature, le fontane e le piscine, in particolare nelle condizioni di stagnazione delle acque e nelle situazioni in cui ci sono incrostazione e sedimenti. I batteri sopravvivono a temperature che vanno dai 5 ai 55°C.
Qual è il quadro clinico di una polmonite da Legionella?
Innanzitutto è bene sottolineare che non si sono mai riscontrati contagi da uomo a uomo, ma che l’uomo si ammala tramite le goccioline, anche molto piccole e quasi invisibili, che inala. I pazienti fumatori, defedati, anziani, e con patologie croniche sono più soggetti alla infezione. Le principali manifestazioni sono di origine polmonare, quindi tosse, febbre e difficoltà respiratorie, associate a malessere cefalea e talvolta alterazioni dello stato di coscienza. Nei pazienti più fragili può essere mortale.
Il sospetto è clinico, ma la diagnosi è radiologica e biochimica, infatti la certezza dell’infezione si ha mediante un prelievo di urine che dimostrano la presenza del germe nell’organismo.
La terapia è antibiotica e, qualora fosse necessario, di supporto respiratorio.

Dott.ssa Linda Sassi
red. D&F



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2022 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati