CERNUSCO, IL SINDACO REPLICA AL COMITATO LA VITTORIA DEL PARCO

Pubblicato Il

Riceviamo e pubblichiamo missiva ai cernuschesi del sindaco Giovanna De Capitani (sotto nella foto) in merito alla raccolta firme contro il progetto di piazza della Vittoria.

Care/i cittadine/i,
sento la necessità di inviarVi questa breve riflessione dopo aver letto la petizione popolare, promossa da un comitato cittadino che si firma “La Vittoria del Parco”, finalizzata a chiedere la revisione del progetto di riqualificazione del comparto di Piazza della Vittoria il cui preliminare è stato approvato lo scorso mese di agosto dalla Giunta Comunale.
Ritengo certamente positivo il coinvolgimento diretto dei Cittadini nelle scelte importanti per il paese, se agli stessi vengano però fornite informazioni corrette e veritiere sulle reali azioni progettuali intraprese dall’Amministrazione Comunale.
Su questo tema si sono tenuti incontri pubblici, peraltro molto partecipati, così come è stato sottoposto il progetto preliminare all’esame di tutte le Consulte Cittadine prima della valutazione finale, che spetta ovviamente alla Giunta. Sono stati inoltre pubblicati tutti i documenti disponibili sul sito internet istituzionale del Comune e distribuito in tutte le famiglie un volantino riassuntivo delle scelte operate con le relative motivazioni a sostegno.
Ritengo sia questo il corretto metodo di azione e trasparenza da parte della Pubblica Amministrazione. Sembra, al contrario piuttosto superficiale e approssimativo, il contenuto della petizione che omette di comunicare alcuni passaggi importanti del progetto esprimendo certezze su scelte non ancora affrontate e definite. Nel pieno rispetto del parere e delle convinzioni di ciascun Cittadino e valutando qualsiasi richiesta, ritengo in ogni caso opportuno fornire alcuni chiarimenti sul progetto stesso, ricordando che la riqualificazione di Piazza della Vittoria è inserita nel programma elettorale della lista civica che rappresento, che è stata votata a maggioranza dai cernuschesi e che non intendo deludere. L’obiettivo che la Giunta Comunale si è posta, prevede di riqualificare e rivitalizzare il comparto per renderlo un luogo famigliare e vissuto, dove ogni cittadino possa accedere con facilità, trovare i servizi di cui ha bisogno (dall’ambulatorio medico agli impianti sportivi, alla biblioteca, alle scuole, al verde pubblico in cui far giocare i bambini, al ritrovo per le associazioni, a spazi adeguati per incontri e concerti), passeggiare con tranquillità, ritrovarsi e socializzare con altre persone. Tutto questo mantenendo e valorizzando quanto già esistente (Monumento ai Caduti, ex Municipio, Villino Luigi, Case Comunali, Parco) ma creando anche nuove strutture per rispondere agli attuali bisogni dei Cittadini e prestando particolare attenzione alla conservazione delle aree verdi. E’ evidente che il progetto dell’intero comparto (richiesto peraltro dalla stessa Consulta Cittadina Lavori Pubblici e Territorio al fine di valutare la riqualificazione nel suo complesso) possa essere ambizioso e costoso. Proprio per questo motivo è stato suddiviso in più lotti di intervento, ognuno dei quali è conclusivo e non condiziona la realizzazione di quelli successivi da parte di future Amministrazioni.
L’attuale obiettivo che ci poniamo è il completamento del primo lotto. Ritengo dunque prematuro qualsiasi riferimento ai successivi lotti di intervento e in particolare “calcoli” di volumetrie o consumo di suolo. L’area antistante l’ex Municipio, cosiddetta piazza esterna, verrà resa pedonale e quindi utilizzabile in sicurezza da pedoni di ogni età. Proprio in questa nuova area pedonale verrà posizionato il Monumento ai Caduti, che godrà di una migliore visibilità e valorizzazione rispetto alla posizione attuale che lo rende visibile solo dalle auto che gli passano distrattamente davanti o dai pedoni che passano sul retro dello stesso. Anche per Dario Mozzanica, figlio dello scultore che ha creato il Monumento, la collocazione individuata è la migliore e lo spostamento davanti all’ex Municipio sarà occasione per affrontare un restauro conservativo e manutentivo ormai necessario. I flussi dei pedoni saranno ben individuati e separati da quelli delle auto in modo tale da evitare criticità.
Le auto che non potranno più parcheggiare nella piazza esterna potranno usufruire di nuovi parcheggi dietro l’attuale immobile della palestra dove è presente un’area degradata e non utilizzata di facile sistemazione. Il numero di parcheggi rimarrà dunque sostanzialmente invariato, al contrario di quanto affermato nella petizione, dove si asserisce un aumento di 50 parcheggi. Si tratta in realtà di crearne di nuovi a fronte di quelli eliminati nella piazza esterna divenuta pedonale. Per facilitare e separare i flussi di auto e pedoni e l’accesso alla piazza interna verranno demoliti i due edifici laterali all’ex Municipio, che attualmente ospitano da una parte l’ambulatorio medico (che troverà spazio, non necessariamente temporaneo, nell’ex Municipio) e dall’altra la sede della bocciofila con vecchi servizi igienici, locali questi altamente degradati e non più adeguati ad alcun utilizzo. Ritengo peraltro la collocazione di un ambulatorio medico comunale in centro paese un servizio importante per i cittadini anziani residenti e per questo motivo si dovrà valutarne una nuova collocazione, identificata attualmente nei locali dell’ex Municipio. Dunque, nessuna nuova costruzione è prevista nel primo lotto, nessun consumo di suolo o colata di cemento, anzi si prospettano due demolizioni. Per evitare costosi interventi successivi a fronte di una nuova pavimentazione della piazza, prima della sua posa dovrà essere verificato lo stato dei sottoservizi (condutture gas, elettriche, acqua e telefonia) e lo stato di salute dei tigli esistenti. Nessuna valutazione è ancora stata fatta sulle alberature non avendo ancora esaminato un progetto definitivo sul primo lotto. Nel caso in cui si debba decidere di rimuovere i tigli, questi verranno adeguatamente sostituiti con altre piantumazioni ad alto fusto (non certo con “arbusti”) per rendere la nuova piazza ancora più verde e vivibile in ogni stagione dai Cittadini di ogni età.
Mi è stato anche segnalato da alcuni Cittadini la modalità insistente e non gradevole con cui si sono sentiti sollecitati alla firma della petizione da parte dei promotori. A tutela soprattutto delle persone più deboli mi preme il rispetto delle singole opinioni, la correttezza delle informazioni fornite e la reale conoscenza del percorso di riqualificazione che la Giunta intende intraprendere, senza anticipare valutazioni e decisioni che non sono ancora in essere ma che saranno oggetto di ulteriori confronti con tutti Cittadini. Da parte mia la sola motivazione che anima con entusiasmo l’avvio di un progetto di riqualificazione di Piazza della Vittoria è la certezza di poter finalmente creare uno spazio aggregativo e socializzante per tutti i Cittadini che da molti anni non hanno una vera piazza in cui trovarsi, condividere, chiacchierare e sostare in tranquillità, godendosi un’area tranquilla e pedonale in centro paese con tutti i servizi vicini. Ogni mia azione e decisione tiene sempre in considerazione il possibile miglioramento della qualità di vita di tutte le fasce di Cittadini cernuschesi, molto avvantaggiati già dalla bellezza del territorio circostante. Sono a disposizione per raccogliere i commenti o le valutazioni personali che vorrete inviarmi.
Potete scrivere a sindaco@comune.cernuscolombardone.lc.it oppure telefonare in Comune (n. 039 9902314 – int.8 e lasciare un recapito per essere richiamati) oppure consegnare uno scritto all’Ufficio Segreteria comunale. Grazie per l’attenzione, cordiali saluti.

Giovanna De Capitani



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2018 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati
Powered by Pc Lab Service