A.D. 2020

Pubblicato Il

A fine dicembre è nostra consuetudine fare un bilancio, guardare ai 12 mesi appena trascorsi e fare buoni propositi per il nuovo anno.
Tanti i pensieri che possono passare nella nostra mente, ma alla fine tutti ci portano a voler dimenticare un anno così difficile e triste. Come verrà ricordato tra alcuni anni? Ciascuno porterà il proprio pensiero dentro di sé, le proprie paure, le difficoltà, ma anche la rabbia per alcune decisioni prese e comportamenti assunti.
Meglio focalizzarsi su quanto di positivo emerso; in questi giorni abbiamo capito cosa significhi stare insieme, vicini, abbracciarsi, mangiare insieme: la bellezza della quotidianità che ci manca e vogliamo riacquistare. Se a inizio anno siamo stati sorpresi e colpiti, pronti a farci in quattro per chi in difficoltà, malato o operante in ospedali, tra ottobre e dicembre non è stato, però, così. Non molliamo!
Anche quest’anno mi sovvengono altri pensieri in mente.
Il primo riguarda quanto D&F è riuscito a fare: è stato un 2020 legato ai negozi di una volta con il lancio del calendario 2021 di grande successo e ai progetti benefici, sostenuti grazie a voi abbonati.
Le foto e la mail di ringraziamento da La Paz ricevute proprio la Vigilia di Natale, ci parlano con il cuore e i volontari ci ringraziano perché anche quest’anno siamo riusciti a rendere meno amaro il Natale dei bambini e dei ragazzi di strada della capitale boliviana.
Ma abbiamo anche sostenuto concretamente la missione di padre Carlo Biella in Mozambico, padre Sandro Nava in Tanzania, Faresalute, il Granaio onlus di Paderno e l’ospedale Mandic di Merate e due progetti del territorio.
Un secondo pensiero vuole essere propositivo: all’anno nuovo, alle idee che stiamo studiando per D&F, e per questo invito tutti voi, se non l’avete ancora fatto, a rinnovare in questi giorni l’abbonamento, grazie al quale esistiamo e sosteniamo progetti benefici e fare passaparola.
Non basta sfogliare il nostro sito web, D&F è prima di tutto un mensile cartaceo e ad esso daremo sempre la priorità con interviste esclusive, approfondimenti e tante news. Non resta che contare sul supporto di voi lettori. Noi della redazione dedichiamo ogni giorno ore e ore di volontariato per tenervi aggiornati, comunicare e commentare ciò che succede attorno a noi, dandovi nel contempo la possibilità di intervenire con le vostre segnalazioni o opinioni, senza remora o censura…
Un terzo pensiero, forse quello più importante e sentito, è rivolto alle tante persone care che ci hanno lasciato quest’anno, di Cernusco, Montevecchia, Osnago e Merate (sopra nella foto). Di ciascuno abbiamo raccontato parte della loro vita e dei loro affetti… Li vogliamo ricordare con una preghiera, per sentirli ancora vicini: Luca Varisco, Teresa Pozzoni, don Cesare Meazza, Giuseppe Casiraghi, Luigi Nova, Giuseppe Viscardi, Aurelio Manzoni, Giuseppe Salomoni, Franco Gatti, Alessandro Spada, Marino Spada, Assunta Olga Crippa, Giovanni Appoloni, Celestino Gatti, Nicola Colombo, Matteo Landenna, Patrizia Piolatto, Guglielmo Magni, Camillo Pirovano, Giuseppina Milani, Maria Luisa Viganò, Sergio Ripamonti, padre Giovanni Viscardi, Sergio Perego, Maria Luigia Annoni, Cesare Bonfanti, Olga Lavelli, Carlo Cavenaghi e Giuseppe Spada.
Il 2021 sarò un anno importante per i paesi di Cernusco e Montevecchia che avranno le elezioni amministrative presumibilmente in tarda primavera e sarà interessante scoprire chi saranno i candidati alla carica di sindaco. Speriamo non ci aspettino mesi di tensioni e beghe elettorali perché i nostri paesi meritano molto di più, come ho già più volte scritto in questi mesi. Cernusco, dopo annunci e proclami vedrà anche il rifacimento di parte di piazza della Vittoria con qualche albero in meno e un’area pedonale in più…
Buon anno nuovo, allora, perché guardare avanti ci stimoli a nuovi traguardi, verso cui già ci stiamo dirigendo…
Per saperne di più non resta che abbonarsi e seguirci.

D.V.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2021 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati