IN MEDIO STAT VERITAS

Pubblicato Il
- Updated

E’ luogo comune che i social network siano delle discariche, dove tutti postano foto, opinioni personali e altrui. Instagram e Snapchat per i millenials, Facebook per giovani e adulti e Twitter per i personaggi più noti.
Personalmente quello che colpisce è come molti di noi usino questi social, non solo per postare i fatti propri, ma anche per condividere notizie o presunte tali su fatti di politica e di cronaca.
Si condividono fake news o peggio mezze verità e notizie di parte solo perché in linea con il proprio pensiero. Non solo si mette “mi piace”, ma lo si posta sul proprio profilo e via… la notizia sgangherata o di parte gira e arriva ad amici,  ad amici di amici…
Grande protagonista la crisi di governo di quest’estate, con pensieri pro e contro Salvini, Renzi, Conte, Di Maio, le loro uscite, le loro opinioni…
Se si vuole parlare di questi argomenti, a mio parere, bisogna essere anzitutto preparati, leggere notiziari e quotidiani, ora anche online  aggiornatissimi; in secondo luogo cercare di avere più versioni sul fatto realmente accaduto.
Poi abbiamo le nostre opinioni personali, ma abbiamo paura a sbilanciarci a dire la nostra.
Bene, e così si condividono frasi, foto, commenti di altri che non ci appartengono. Mancanza di personalità? Perché celarsi dietro un altro nome per dire ciò che noi realmente pensiamo?
Non ultime le “catene di sant’Antonio” su whatsapp “da far girare a tutti i tuoi amici”: l’opinione della tale scrittrice o professoressa di turno che dice la sua sul governo o sul ministro: ma perché?
Chi legge deve sapere che forse la verità sta spesso nel mezzo e talvolta si condividono articoli di parte che stravolgono o in parte celano la verità.
Continui commenti faziosi danno fastidio a chi legge e irritano e spesso sui social scoppiano inutili e acide discussioni, battibecchi che non hanno alcun fondamento…
Per questo poi si pensa che i social siano delle discariche su cui tutti scrivono, si offendono o non si fanno mai i fatti propri. Un buon uso invece non guasterebbe.
Cerchiamo di utilizzare meglio i social; anche noi di D&F li usiamo, ma con il solo compito di informare e aggiornare i lettori su quanto accade. Il nostro giornale, online o cartaceo, raccoglie le opinioni di tutti, dando spazio alla politica locale e non solo, in modo che ognuno possa dire la propria opinione. ….
Le numerose mail ricevute negli ultimi mesi e in questi giorni ci hanno permesso di evidenziare luoghi pieni di rifiuti abbandonati. Se i cittadini avvisano con maggior facilità i giornali locali invece che le Amministrazioni comunali, significa che manca la comunicazione diretta, che invece sarebbe utilissima per un tempestivo intervento.
Sempre che vengano ascoltate le segnalazioni fatte e ci leggano…

D.V.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2019 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati
Powered by Pc Lab Service
".(9146*6663)."