50 CANDELINE PER MISSY ELLIOTT

Pubblicato Il
- Updated

Oggi è l’1 luglio e non è solo il giorno del compleanno di Roberta Faccani, cantante dei Matia Bazar dal 2004 al 2010, ma è anche il giorno di Melissa Arnette Elliott, rapper e produttrice discografica, meglio nota come Missy Elliott, che oggi compie le sue prime 50 primavere.
La carriera di Missy inizia nei primi anni ’90 prima con il gruppo delle Sista e poi negli Swing mob, assieme all’amico d’infanzia e produttore mondiale Timbaland noto ai più per Apologize, degli One Republic e per la sua collaborazione con il nostro Tiziano Ferro.
Il primo album da solista di Melissa vede la luce nel 1997 e si chiama Supa dupa fly, due anni dopo esce Da Real world il suo secondo lavoro con cui saluta il vecchio millennio, visto che la sua terza fatica Miss E ..So Addictive è datata 2001. È con il disco Under Construction del 2002 che la Elliott fa piazza pulita di Grammy e Mtv Video Music Awards e non solo, perché con questo “audio ritratto” si aggiudica anche due dischi di platino che le aprono le porte nel mondo del cinema, nonostante avesse già partecipato nel 2001 al film Pootie tang di Louis C.K.
Nel 2003 appare in Honey, film di Bille Woodruff, che vede Jessica Alba nel ruolo di una talentuosa ballerina e dove la Elliott ha un piccolo cameo, che però non passa inosservato. A questo punto la sua ascesa è inarrestabile e pubblica nel 2003 il compact This is not a test mentre the Cookbook esce nel 2005 e anche se da lì non uscirà più un album di inediti nella sua discografia le collaborazioni per Missy fioccano da tutte le parti. Infatti ha collaborato e collabora tutt’ora con artisti di generi musicali diversi anche dal rap hip-hop, e tra questi è doveroso citare, Madonna, le Little mix, Ariana Grande, P!nk, Katy Perry, Demi Lovato ecc., anche se nel suo curricula va menzionata la collaborazione che nel 1998 fece con Whitney Houston nel brano In my business, tratto dall’album della Houston My love is your love.
In questi dieci lustri di vita non si è mai fatta mancare niente, visto che ha conosciuto e collaborato, anche con la donna numero uno del rap a stelle e strisce, ovvero Queen Latifah, una queen di nome e di fatto, da cui sicuramente ha imparato tantissimo, per essere oggi l’artista a trecentosessanta gradi, che tutto il mondo conosce.
Non mi resta che augurarvi buone vacanze estive per ritrovaci poi a settembre con un nuovo argomento mensile e, come si dice nel rap, non mi resta che salutarvi dicendovi bella come Missy per l’appunto.

S.R.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2022 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati