CERNUSCO, CELEBRATE LE CRESIME DA MONSIGNOR BIANCHI

Pubblicato Il
- Updated

Martina, Cristina, Stella, Marina, Chiara Rosa, Sara, Sofia, Rosario Daiana Maria, Miley Rossella, Noemi, Mattia, Gabriele, Francesco Luigi, Simone, Massimo, Edgar Iuan, Riccardo e Massimo; sono 18 i cresimandi che sabato 29 maggio alle 15.30 hanno ricevuto la Cresima presso la chiesa di Cernusco.
«Non ripeto ciò che è la Cresima che senz’altro le vostre catechiste ve l’hanno insegnato, ma faccio tre sottolineature per approfondire la preghiera e lasciarvi un ricordo che vi sia utile pensando al giorno della vostra Cresima».
E’ con queste parole che monsignor Paolo Bianchi ha iniziato l’omelia traendo spunto per la riflessione dalle letture e dal vangelo sulla potenza dello Spirito Santo che rende testimoni, affida un dono e non lascia soli.
«Ci aiuta a parlare la lingua che faccia comprendere le opere del Signore, ci rende testimoni con la vita, con la generosità e la bontà per gli altri – ha continuato – Dallo Spirito provengono i doni, a ciascuno è data una manifestazione particolare, occorre capire quale dono si possiede, farlo crescere e metterlo a servizio con l’aiuto esterno di tutti, genitori, educatori, insegnanti e con l’aiuto di un maestro interiore che parla nel cuore ed è lo Spirito Santo. La vita riserva anche delle esperienze di sofferenza, di difficoltà individuali o delle persone a voi vicine e potete sentirvi abbandonati, ecco non dovete dimenticare la parola del Signore “Non vi lascerò orfani, verrò da voi”, la vicinanza arriva attraverso lo Spirito che viene in soccorso, non ci lascia soli».
Al termine dell’omelia i ragazzi accompagnati dai padrini o dalle madrine e familiari hanno ricevuto il sacramento della Cresima.
Le catechiste Sabrina e Debora hanno omaggiato i ragazzi con un braccialetto in argento e il libro di Carlo Acutis, il ragazzo dichiarato beato il 10 ottobre 2020
A fine cerimonia non sono mancati i ringraziamenti da parte del parroco don Alfredo Maggioni e gli applausi per monsignor Bianchi e per gli educatori e la foto finale di gruppo a cura del fotografo Giulio Spera.

M.C. e D.V.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2021 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati