CERNUSCO, OTTIMO RISULTATO PER IL PROGETTO STEM AL COMPRENSIVO

Pubblicato Il
- Updated

Lo Stem è un progetto dell’Istituto Comprensivo di Cernusco, che riguarda tutte le discipline scientifiche: dalla chimica alla biologia all’anatomia.
«L’idea è nata dalla professoressa Emanuela Scotti, insegnante di matematica e scienze della scuola secondaria in collaborazione con l’insegnante della primaria Monica Pino e dell’infanzia Marta Ravasi – spiega il professore di matematica e scienze Christian Filipponi (nella foto a destra) –  Tutti riuniti per la scienza: l’obiettivo è stato quello di avvicinare tutti i ragazzi alla scienza attraverso esperimenti, filmati, racconti e incontri con la Federchimica, la quale ha appoggiato il progetto fin da subito».
Il tutto è partito da otto classi della secondaria, ragazzi più grandi che si sono metti in gioco con i loro insegnanti di scienze e hanno preparato tutto il materiale da portare alla primaria: presentazioni power point, immagini e video di ciò che erano i loro esperimenti. Dalla struttura della cellula e del DNA al guanto frizzante e capillarità, fino a parlare di Rosalind Franklin che ha scoperto la struttura del DNA senza però mai vincere il Nobel.
I bambini della primaria hanno imparato da questi filmati e istruzioni e a loro volta, con i loro insegnanti, hanno preparato dei giochi scientifici per i bimbi più piccoli di cinque anni: memory, puzzle e tanti altri giochi.
Confindustria  ha sostenuto il progetto  donando all’istituto microscopi ottici, lenti di ingrandimento per i piccoli e materiale per gli esperimenti.
«Gli alunni hanno partecipato in modo attivo, e sono  stati circa 750 a lavorare su questo progetto Stem, cellule connesse. Intergen di Lomagna ha donato le magliette uguali per tutti invitandoci anche a visitare la sua azienda appena possibile – ci ha ha spiegato il professor Filipponi – La possibilità di praticare le scienze è stato un modo diverso di apprendimento, infatti i ragazzi che hanno partecipato hanno avuto modo di apprendere, anche divertendosi.  Un ringraziamento particolare è d’obbligo alla dirigente Francesca Anna Maria Alesci, che fin da subito ha sostenuto quest’iniziativa permettendo ai 70 docenti di lavorare a questo progetto».



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2021 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati