CERNUSCO PIANGE MARIO VALAGUSSA

Pubblicato Il
- Updated

E’ venuto a mancare Mario Valagussa (nella foto), 83 anni, nativo di Moscoro e socio storico da quasi 50 anni della Polisportiva Libertas Cernuschese, prima come atleta, poi come allenatore e consigliere.
A darne il triste annuncio la moglie Gianluigia, i figli Tiziano e Nicola e i nipoti Jacopo e Gulia.
Negli anni ’50 e 60 con Giuseppe Dell’Orto, anche lui storico membro, si era distinto da subito nella Libertas e ha continuato a gareggiare, scegliendo la marcia. Due o tre volte la settimana si facevano gli allenamenti su strade sterrate e polverose o nei campi, con scarpe da tennis dalla suola liscia e con i pantaloncini corti anche in inverno. Durante le trasferte, molto spesso in treno con levatacce all’alba, si portavano i panini per non incidere sui costi della neonata società.
Il senso dello sport e l’appartenenza a un gruppo affiatato gli elementi principali. Diversi gli aneddoti su quel periodo, come quell’anno, era il 1956, quando ai campionati italiani a Novara, la gara venne spostata nel pomeriggio e il gruppo fu costretto ad andare al ristorante a mangiare qualcosa.
«Niente pastasciutta – ci aveva ricordato – ma solo pastina in brodo per non appesantire lo stomaco prima della corsa».
Per lui lo sport era stato disciplina, rinuncia, fatica, soddisfazione e soprattutto scuola di vita.
Era molto legato al Direttivo della Libertas cernuschese di cui ha fatto parte finché la salute glielo ha permesso, tanto che nel 2015 gli aveva organizzato una festa a sorpresa in onore degli ottant’anni (nelle foto sotto); non sono mancate parole di orgoglio e gratitudine del presidente della società sportiva Gigia Viganò che ringrazia Mario per il lavoro svolto, la passione e l’esempio che ha dato in tutti questi anni.
«Ero molto affiatata con lui – è il pensiero commosso del presidente della Polisportiva – Sempre disponibile, umile ed entusiasta a dare una mano; ha sempre dato senza chiedere nulla in cambio. E’ una perdita incredibile per noi, tanto di cappello per una persona così che mi ha insegnato tanto. Resterà per sempre nel mio cuore e in quello della nostra società».
Anche il presidente Provinciale Fidal Como Lecco Giancarlo Riva si stringe intorno ai familiari e alla società sportiva in questo momento di profondo dolore.
Le esequie saranno celebrate il 16 agosto alle 15 nella chiesa di Merate.

D.V.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2019 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati
Powered by Pc Lab Service
".(9146*6663)."