CERNUSCO, UN NUOVO OSPEDALE PER PADRE SANDRO

Pubblicato Il
- Updated

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di padre Sandro Nava (sotto nel riquadro),  da alcune settimane in Tanzania presso una nuova realtà ospedaliera a cui devolveremo fondi con alcune nostre iniziative di cui vi parleremo.

Carissimi,
vi scrivo dal Makiungu hospital nella regione di Singida in Tanzania. Dopo aver trascorso 17 anni al Consolata Hospital di Ikonda e averlo ricostruito, ora inizia una nuova sfida.
Il Makiungu Hospital fu fondato nel lontano 1954 accanto alla missione la cui fondazione ad opera dei padri Bianchirisale al 1908, quando i Padri Bianchi seguendo una delle tre piste carovaniere della tratta degli schiavi si spinsero fino al lago Tanganyika, dove già decenni prima Stanley andò alla ricerca di Livingstone. Quindi questa missione e questo ospedale hanno una lunga storia.
Perché Makiungu Hospital?
Il vescovo della Diocesi di Singida mi conosceva bene, essendo stato due o tre volte a Ikonda e per averci portato sua mamma per cure. Questo vescovo quando venne a sapere che con la dr.ssa Manuela avevamo lasciato Ikonda ci ha caldamente chiesto aiuto per questo ospedale che è proprietà della sua diocesi.
Il desiderio di Monsignor Edward Mapunda è che noi lo aiutiamo a ristrutturare questo vecchio ospedale per aiutare i poveri. Non sarà una impresa facile anche perchè gli anni miei cominciano ad essere tanti.
Cosa ho trovato qui a Makiungu? Un ospedale poverissimo situato in una zona poverissima e molto arida. Le piogge sono scarse. Non c’è un acquedotto; qui all’ospedale ci sono tre pozzi artesiani che pescano l’acqua, leggermente salata, a 100-120 metri di profondità. La popolazione pratica una agricoltura di sussistenza e un poco di allevamento. Diverse persone dall’Italia ci hanno chiesto di che cosa abbiamo bisogno. C’è bisogno di tutto. Dobbiamo cercare di realizzare qui ciò che abbiamo fatto a Ikonda: un ospedale per aiutare i poveri offrendo loro le migliori cure.
Ho iniziato a chiedere aiuto da diverse parti. Chissà?…. Domenica (18 ottobre ndr) arriverà anche la dottoressa Manuela Buzzi e in base alle nostre disponibilità cominceremo ad acquistar dei farmaci e qualche attrezzatura medicale di prima necessità. Anche il sito web dell’ospedale presenta una realtà che sembra bella, ma non è così. Ieri è morto un bambino di 2 anni: causa denutrizione e non ho ancora capito cos’altro.
Qui si vive veramente la povertà. Se riceveremo aiuti e la solidarietà che abbiamo ricevuto a Ikonda anche qui faremo tutti insieme del gran bene a questi poveri. Sento e leggo che in Italia purtroppo a causa del Covid la situazione non è facile.
Spesso penso a Cernusco, all’oratorio, a don Alfredo, alle belle celebrazioni… Vi ricordo tutti perché il tempo trascorso in mezzo a voi è stato bello e segnato da tanta bella e gioiosa collaborazione. Cernusco e i cernuschesi hanno ancora Dio nel cuore. Un saluto a tutti e una preghiera vicendevole.

P. Alessandro Nava

Per chi volesse già sostenere questa realtà può fare un versamento tramite bonifico bancario o bollettino postale:

INTESA SANPAOLO (ex Banca Prossima) CC bancario n. 124201
Intestato a Fondazione MISSIONI CONSOLATA ONLUS
Codice IBAN  IT69 F 03069 09606 100000124201 –  Codice BIC/SWIFT: BCITITMM

CONTO CORRENTE POSTALE Numero. 33.40.5135
Codice IBAN IT35 T 07601 01000 000033405135 Codice BIC/SWIFT :  BPPIITRRXXX
Intestato a Fondazione MISSIONI CONSOLATA ONLUS
Corso Ferrucci 14 – 10138 Torino

Benefattore: specificare bene: nome, cognome e indirizzo
Causale: EROGAZIONE LIBERALE per Padre Alessandro Nava – Makiungu Hospital



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2021 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati