LA PAZ, I NOSTRI PROGETTI AL TEMPO DEL COVID

Pubblicato Il
- Updated

Pubblichiamo un breve resoconto sulla situazione in Bolivia e i progetti benefici legati ai ragazzi di strada e i bambini di Pintando el futuro.

I tempi trascorsi durante l’ultimo anno in Bolivia sono stati difficili;  per esempio nel novembre 2019 la crisi politica e sociale ha causato problemi al Paese, mandando in difficoltà anche le attività di Pintando el futuro, anche se per terminare l’anno è stato possibile concludere il programma stabilito a priori. A questo si è aggiunto l’arrivo della pandemia che ha generato instabilità, paura, aumento di un maggiore impatto alla situazione sociale e familiare di ciascuno dei bambini.
Dopo i mesi di confinamento il contatto con loro è stato quasi nullo, abbiamo potuto incontrarci fino adesso con i genitori per dare loro gli alimenti, per cercare di sanare la crisi economica e assegnare dei compiti da realizzare un poco a casa. Dopo i primi mesi dell’anno abbiamo cercato di fare lezioni via internet però non tutti potevano con il cellulare e quindi abbiamo fatto lezione sono con alcuni.
Per quanto riguarda i bambini del carcere, vista la situazione generale nel Paese, abbiamo dovuto aiutare a reinserire i bambini con alcuni vicini familiari affinché non stessero tutto il tempo in carcere, dando loro alimenti mensilmente. La Casa de Fraternidad ha dovuto cambiare modalità temporaneamente fino a tornare alla normalità; ha funzionato come un centro chiuso accogliendo donne, uomini di strada insieme ai loro bambini fino al limite possibile. Durante i mesi del confinamento sono rimasti a vivere in casa senza uscire per tutta la quarantena e realizzando un programma di riabilitazione, cercando di riflettere con un occhio al futuro in vista anche di un inserimento lavorativo. Ad ora la Bolivia si trova in una situazione di quarantena dinamica, cioè si può uscire in orari stabilizzati; i ragazzi per esempio escono a lavorare però ritornano in una determinata ora in modo tale che nel frattempo si possa mettere in sicurezza la casa. E’ stato rielaborato un protocollo specifico di rientro al hogar d’accordo con le caratteristiche della casa e le persone che vivono.
Non sappiamo che succederà in futuro; in relazione alla pandemia c’è la possibilità che la quarantena ritorni presto in modo rigido, ma influirà anche l’instabilità politica e sociale, viste anche le elezioni politiche di  poche settimane fa; c’è parecchio discontento e una parte della popolazione ha paura che ritorni un nuovo regime comunista.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2021 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati