LOMAGNA, SEDUTA DEL CONSIGLIO SOVRACOMUNALE

Pubblicato Il
- Updated

Nel tardo pomeriggio di martedì 12 marzo si è riunito il Consiglio Sovracomunale delle ragazze e dei ragazzi presso la sala consiliare del Comune di Lomagna.
Quattro i punti all’ordine del giorno che il sindaco Giorgia Razza ha illustrato a inizio seduta dopo aver dato il benvenuto a consiglieri, assessori e a tutti i presenti. Il primo punto riguarda l’organizzazione della Marcia della Pace per la quale si propone di farla ogni due anni, dopo il successo ottenuto per quella organizzata a ottobre e che ha visto l’ampia partecipazione delle cinque scuole dei quattro Comuni.

Si è chiesto all’Istituto che possa coincidere con la marcia Perugia-Assisi. La proposta ha ottenuto voti favorevoli. Il secondo punto ha riguardato la modalità di finanziamento dei giochi inclusivi attraverso una raccolta fondi per la quale il sindaco chiede idee su come realizzarla. Consiglieri e assessori sono intervenuti, proponendo lavoretti da realizzare nelle scuole con la collaborazione di compagni delle scuole potenziate, dipinti da vendere nei mercatini, momenti di intrattenimento, spettacoli teatrali o commissioni o lavori per altre persone per recuperare mance.
«Ho chiesto un preventivo per un’altalena e il prezzo è di tremila euro – spiega l’assessore di Osnago Felice Rocca – richiederà quindi molto impegno da parte di tutti e si chiederà aiuto ai quattro Comuni».
Il Consiglio ha approvato la proposta. Il terzo punto riguardava l’organizzazione unica Giornata del Verde pulito che vede la partecipazione dei quattro Comuni. La data fissata dalla Regione è il 7 aprile e si propone di non dividersi per Comuni per avere la possibilità di conoscere altre persone, il sindaco ha proposto di decidere quindi un punto d’incontro per poi dividersi e si è pensato a una gara con un trofeo, ottenuto reciclando qualcosa, per chi raccoglie di più e terminare la giornata con un ricco buffet per il quale si possa fare un’offerta libera. La scuola primaria di Lomagna è già coinvolta per la Lega Ambiente il 20 marzo, l’assessore cernuschese Alvaro Pelà si è dichiarato disponibile, si sta organizzando con l’Ufficio tecnico per recuperare sacchi, scarpe, guanti e l’idea è quella di pulire i parchi del paese chiedendo l’aiuto di un collaboratore per gruppo. Si è ritenuta buona l’idea del buffet utile per la raccolta fondi. Per il Comune di Montevecchia Chiara Commito chiederà conferma, in linea di massimo è d’accordo con quanto proposto. Anche il terzo punto ha raccolto voti favorevoli.
Nelle varie ed eventuali sono tante le proposte che vengono fatte, tra le quali il babysindaco ha chiesto per l’orientamento dei ragazzi delle scuole medie non solo la presenza di studenti dei vari indirizzi, ma anche di persone che già sono attive nell’ambito lavorativo, mentre un consigliere ha chiesto che per l’open day ci si possa recare direttamente su un luogo di lavoro. E’ stata riproposta la scatola per la raccolta di idee-progetti degli studenti e si chiede una revisione del regolamento del Consiglio e della Giunta per allungare il mandato e per aumentare gli incontri che ora sono tre in un anno. L’Assessore Pelà ha consigliato di fare proposte da sottoporre al Consiglio entro la fine dell’anno per applicarlo nell’anno nuovo. Sul finire i ragazzi hanno presentato le loro non poche richieste tra le quali un indirizzo mail per comunicazioni, cambiare la fibra internet, organizzare una lezione aperta ai genitori e una giornata senza utilizzo di mezzi di trasporto per raggiungere la scuola a piedi o in bicicletta come già fatto, anche se risulta molto complicato e occorrono molti collaboratori. Non è mancata la richiesta di un orto in giardino, gli “appendini” nelle classi, riverniciare i muri, mettere gli orologi alle pareti, riverniciare cancellate, sistemare i muretti e modificare il cibo in mensa.
Si è poi deciso di organizzare il prossimo Consiglio per il mese di maggio.
Prima del termine della seduta doveroso il ringraziamento dell’assessore Rocca all’assessore Emma Mantovani che termina la sua esperienza nel Consiglio Sovracomunale insieme alla sua attività lavorativa.
«L’esperienza con i ragazzi è stata bellissima e particolarmente sentita da me dopo aver insegnato per trentasette anni. Il rapporto con i ragazzi è stato il filo conduttore della mia vita e da loro ho imparato la serietà nel prendere un incarico e nel portare avanti le idee. Vi auguro di continuare in questa esperienza che è molto ricca».
Il sindaco Giorgia Razza ha  così dichiarato chiusa la seduta, ringraziando e salutando tutti i presenti.

M.C.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2019 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati
Powered by Pc Lab Service