MERATE, PRESENTATO IL LIBRO LA MIA SECONDA VITA

Pubblicato Il
- Updated

Presentato all’Auditorium comunale di Merate venerdì 29 marzo nell’ambito della rassegna Autori del territorio il libro La mia seconda vita di Pamela Cazzaniga.
Pamela è una bella signora quarantenne che all’età di 21 anni ha avuto un grave incidente d’auto che le ha causato una paralisi agli arti inferiori. Da quel giorno finisce per lei  il momento della spensieratezza e iniziano le difficoltà della quotidianità. Si riprende, fra alti e bassi, grazie ai suoi genitori e inizia a viaggiare, portandoli con sé, nel loro primo volo, nella Repubblica Domenicana. Contrariamente a ciò che si può pensare, la seconda vita di Pamela non è questa  e non sono i viaggi intorno al mondo a ridarle serenità.  Inizia con la morte improvvisa del padre, cui lei, figlia unica, è  legatissima. Ne conseguono interrogativi,  sensi di colpa e nuove fragilità e a Pamela non basta più la sua vita intensa. Pamela ha bisogno di fare un viaggio dentro se stessa per capire ciò che da sola non riesce a far emergere. L’analisi sarà lunga e impegnativa e darà luogo a una consapevolezza nuova e rivitalizzante, da cui nasce l’autrice del libro, la blogger di viaggi…
Sono viaggi diversi, non più solo per anestetizzare un disagio interiore ma per vivere il contatto con la gente, per vedere i luoghi con altri occhi. Gli occhi attenti di chi vuole segnalare le numerose barriere architettoniche che vietano l’accesso alla disabilità. E’ questa la seconda vita di Pamela: la consapevolezza di sé, la riscoperta delle sue potenzialità, la sua voglia di fare e di dare. Il suo sorriso,  messaggio di positività.
Il ricavato del libro, scritto con a prefazione dell’amica Valeria Riva, sarà in parte devoluto all’associazione Esseré che si occupa di sostegno alle persone in condizioni di emarginazione a causa di  disabilità e patologie invalidanti.

S.F.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2019 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati
Powered by Pc Lab Service