OSNAGO, CELEBRATE LE CRESIME IN PARROCCHIA

Pubblicato Il
- Updated

Domenica 11 ottobre alle 15.30 sono state celebrate in parrocchia a Osnago le Cresime, rimandate dal mese di maggio a causa dell’emergenza sanitaria Covid19.
Alla celebrazione hanno potuto partecipare solo i cresimandi con i relativi padrini e madrine e i genitori, i catechisti e pochi altri autorizzati che hanno animato la cerimonia, tutti muniti di pass, rispettando le norme di distanziamento ed utilizzo di mascherina. Parenti e la comunità parrocchiale, hanno potuto seguire la cerimonia sul sito internet e sul canale Youtube della parrocchia.
Ventisei i ragazzi e le ragazze, che da un mese hanno cominciato a frequentare la prima media, che hanno ricevuto il Sacramento amministrato da monsignor Maurizio Rolla, Vicario episcopale per la zona pastorale di Lecco.
Durante l’omelia il ministrante ha ricordato ai ragazzi e alle ragazze che il loro essere chiamati oggi per nome è simbolo di fiducia e investimento e ha invitato gli adulti a contare sui giovani, che hanno ognuno il proprio valore, e ad investire sulla vita di ognuno di loro, ricordando anche il momento particolare di pandemia in cui si è chiamati attualmente a vivere.
Riprendendo il Vangelo ha commentato rivolgendosi ai ragazzi e alle ragazze: «Il seme è uno solo, ovvero la Parola di Dio, e questo è in tutti uguale ma ognuno vi risponde poi in modo diverso perché Dio lascia libero ognuno di dare la propria risposta vocazionale, di vita secondo proprio la libertà individuale. Lo Spirito oggi sta seminando su di voi questo seme, questi doni, questa bellezza. Poi molto di come ognuno vive dipende da sé stesso. Dio intercetta la libertà di ognuno e, siccome la rispetta, lascia fare ad ognuno. Nella vostra vita non lasciatevi rubare la dignità che avete dentro e toglietevi dai condizionamenti. Voi, con il vostro non essere qui per caso oggi, avete il compito di accompagnare anche tutti noi adulti verso Dio».
Al termine della celebrazione il parroco don Costantino Prina ha ringraziato monsignor Rolla, chi ha preparato e animato la celebrazione (tra i quali il coro e i chierichetti), i catechisti e i ragazzi e le ragazze con i loro padrini e madrine e i loro genitori per il percorso a cui hanno preso parte in questi anni. Il parroco, dopo aver ricordato che il carisma ricevuto è un dono dato al singolo per il bene di tutti e augurato che la Cresima sia solo l’inizio del cammino di questi ragazzi e ragazze, ha consegnato ai cresimati un piccolo dono, un’immaginetta di Gesù che bussa alla porta, ricordando che sta a ognuno scegliere di farlo entrare, e una preghiera di Sant’Agostino. A loro volta i cresimati hanno voluto consegnare un piccolo dono a don Costantino simbolo di ringraziamento e di affetto.
Alla fine della celebrazione si sono svolte le consuete fotografie di rito, sempre però nel rispetto delle norme dettate dall’emergenza sanitaria, e proprio per questo quest’anno si è dovuto rinunciare al tradizionale rinfresco post cerimonia.
Ecco i cresimati: Miguel, Alice B., Senko, Martina C., Filippo, Alice C., Greta, Elisa, Giovanni, Edoardo, Andrea, Lorenzo, Laura, Arianna, Martina L., Irene, Mattia, Gabriele, Matilde, Matteo, Federico, Sophia, Giada, Mario, Manuel, Cecilia.
Foto della cerimonia a cura di Puntofoto Merate.

V.S.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2020 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati