OSNAGO, POMERIGGIO VERDE ALL’ORTO BRIANZOLO

Pubblicato Il

Oggi la chiamerebbero “experience”, l’inglesismo usato per indicare quella che un tempo si definiva viaggio, o scoperta, o anche soltanto una cena al ristorante durante la quale non assapori soltanto delle vivande, ma compi una vera e propria “esperienza”, per l’appunto, centrata non tanto su ciò che mangi, bensì sui significati che il cibo racchiude.
Perché non parlare di “experience”, allora, riferendoci al pomeriggio vissuto sabato 17 luglio da circa una trentina di bambini in mezzo ai terreni de L’orto brianzolo, una realtà del territorio in località Moscoretto, nata dall’amore di due giovani per la natura e per la produzione a km0? Osservare e comprendere l’intero ciclo vitale di una piantina, dalla preparazione del terreno per la semina al prodotto finale, ossia la raccolta del frutto, sviluppando così un percorso di avvicinamento alla natura e ai suoi tesori attraverso l’esperienza diretta sul campo.
Questo il senso dell’iniziativa con la quale si chiude la rassegna dell’Estate per gioco 2021, pensata dal Comune di Osnago e rivolta in particolare ai piccoli dai 3 ai 6 anni, prima della pausa agostana (ultimo evento in programma a settembre). Accompagnati dai genitori e dalla nutrita squadra del Piedibus, cuore pulsante del volontarismo osnaghese, i bambini hanno raggiunto l’azienda agricola.
Qui, accolti dai ragazzi de “L’orto” con generose scorte di acqua e ghiaccioli, i bimbi, servendosi di pastelli colorati, hanno cominciato a disegnare su carta spessa il proprio originalissimo orticello visto dall’alto, cercando intanto di immaginarselo nella loro sempre fervida fantasia.
Poi è stata la volta di inzuppare le mani con del terriccio con il quale riempire un piccolo vasetto e interrarvi una manciata di semini, e cominciare da qui l’attesa, fanciullescamente spasmodica, per la pianta che verrà.
A completamento del pomeriggio un piccolo pellegrinaggio lungo il sentiero che dal terreno pianeggiante porta al boschetto irrigato dal piccolo ruscello che lo attraversa; una piccola parentesi di trekking leggero tra vegetazione variopinta e terreni scoscesi.
Infine, tutti a casa. Con il proprio vasetto di terra e semini gelosamente tra le mani si concludeva l’esperienza (”experience”, pardòn) di un altro pomeriggio a colori all’insegna del divertimento e della creatività.

G.K.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2021 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati