OSNAGO, TERMINATO L’ORATORIO FERIALE

Pubblicato Il
- Updated

Venerdì 16 luglio è stato l’ultimo giorno dell’oratorio estivo a Osnago, che aveva preso il via il 21 giugno.
Dopo quattro settimane intense e molto particolari, i ragazzi si sono incontrati per l’ultimo pomeriggio all’insegna dei tradizionali saluti e per partecipare all’immancabile Caccia al tesoro.
Quest’anno gli iscritti hanno potuto godere solo della formula pomeridiana causa delle regole anticovid, le quali hanno limitato anche il numero di accoglienza dei ragazzi.
Sono stati 140 i ragazzi iscritti che si sono distribuiti in presenze settimanali limitate ad ottanta ragazzi, suddivisi in cinque gruppi stabili. Se le nuove regole dettate dalla pandemia hanno posto molti limiti, in alcune occasioni sono risultate utili e opportune per proporre nuove formule di organizzazione, di coesistenza e di giochi. C’è stata una discreta presenza di adulti che, con diversi ruoli, hanno contribuito con il loro servizio quotidiano, con turni di sorveglianza o proposte di laboratori a far sì che si potesse arrivare a coprire le quattro settimane previste.
I pomeriggi si aprivano con il consueto incontro di preghiera tenuto dal parroco don Costantino Prina che poi lasciava i ragazzi alle attività di gioco e di laboratorio.
Non sono mancate anche brevi uscite sul territorio come il pomeriggio trascorso all’oratorio di Cernusco e non sono mancati nemmeno la tradizionale ginkana o la visione di film quando c’era brutto tempo. Certamente sono mancate le gite in montagne, le uscite in piscina, la grande e sempre bella festa finale con la tanto attesa asta, ma i ragazzi iscritti hanno dimostrato un’infinita voglia di giocare e di stare insieme, e soprattutto hanno dimostrato di essere in grado di rispettare le regole imposte per la pandemia. Sicuramente un ruolo fondamentale per la buona riuscita di questo oratorio è stata l’eccezionale presenza degli animatori.
Molto più che ragazzi utili in estate, ma adolescenti che, come ricorda il nostro arcivescovo Mario Delpini sono Ragazzi Originali nella loro creatività, nella spensieratezza con la quale hanno affrontato quest’anno una sfida particolare, nel modo in cui hanno organizzato giochi e attività, riuscendo a rispettare una serie di limitazioni. Complici i fratelli maggiori dei bambini e dei ragazzi dei quali si sono presi “cura”.

     S.B.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2021 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati