CERNUSCO, UN CITTADINO SU SCUOLA E POLITICA

Pubblicato Il
- Updated

Leggo con ironica curiosità i vari interventi dei genitori circa la candidatura di Pietro Santoro. Li trovo veramente iniqui.
La metà degli amministratori pubblici italiani viene dall’insegnamento. Basti pensare, nella nostra zona, al senatore Antonio Rusconi, al senatore Cesare Golfari, all’ex sindaco di Olgiate Dorina Zucchi, non ultimo il famoso sindaco di Pescate Dante De Capitani.
Negare agli insegnanti di impegnarsi civicamente è come negare a un velocista di correre una gara.
Per quale motivo la professione deve essere motivo di detrazione?
Quindi un medico leghista non può fare il consigliere comunale perché Salvini è contro il green pass?
Smettiamola di prendere posizioni per “partito preso” e diamo piuttosto onore a chi ha scelto di dedicare il proprio tempo al bene civico.
Gli insegnanti, come tutti del resto, possono decidere di impegnarsi civicamente (la politica è altra cosa); che non significa fare politica in aula (alla scuola primaria?).
E poi, basta con l’italica virtù di non metterci mai la faccia con contributi anonimi.

Damiano Scaccabarozzi

Come comunicato ieri, chi vuole scrivere e commentare su liste, programmi elettorali, candidati… ci scriva pure  mail, commenti, opinioni, critiche (senza offese) con nome e cognome ed e-mail esistente, altrimenti non verranno pubblicate.                                                                                        Red. D&F



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2021 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati