CERNUSCO, UN LETTORE SULLA SICUREZZA

Pubblicato Il

In merito al mio articolo pubblicato il 6 agosto ed in particolare al primo punto circa la sicurezza e quindi la necessità improrogabile di installare un sistema esteso di videosorveglianza comunale, vorrei segnalare, per chi non l’avesse ancora letto, questo articolo del 26 agosto che riguarda il Comune di Usmate.
Da come si evince già esistono sul territorio esempi virtuosi: 68 videocamere in un solo Comune permettono un monitoraggio capillare e sono uno strumento preventivo e dissuasivo contro ogni forma di criminalità e microcriminalità ma soprattutto costituiscono uno strumento fondamentale alle indagini compiute dalle Forze dell’Ordine.
Purtroppo a Cernusco, ma anche i paesi limitrofi (Merate, Olgiate, Montevecchia, Osnago, Lomagna) non esistono altrettanti esempi così estesi e ben strutturati. Certo, esiste qualche videocamera, magari si fa affidamento a quelle private installate presso alcuni esercizi commerciali ma che possono solo intercettare alcune attività illecite ma non monitorare il territorio a 360°.
Insomma non si è ancora percepita l’esigenza di creare una rete su tutto il territorio, cioè tra Comuni, con particolare attenzione alle vie di entrata ed uscita dei paesi, oltre a quelle in cui esistono edifici di aggregazione pubblica (palestre, campi sportivi, teatri, parchi ecc.).
Un ladro arriva in una via o a piedi o con un mezzo, di certo non con il teletrasporto e poi, compiuto il reato, torna sui propri passi, quindi percorre o le stesse o altre vie di uscita.

Paolo



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2021 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati