CERNUSCO, UN RESIDENTE SULLA VIABILITA’ IN PAESE

Pubblicato Il
- Updated
Spett.le redazione,
credo che il problema sia abbastanza rilevante: uscendo dal sottopasso che porta all’Esselunga (non dalle scale, dove non ci sono strisce pedonali) si attraversano le strisce ma bisogna andare fino in fondo al parcheggio lungo un marciapiede scomodissimo. Inoltre, la situazione sulle strade è peggiorata moltissimo, auto che sfrecciano a velocità folle (sulla 342 ci saranno dei rilevatori di velocità? Se ci fossero, le contravvenzioni sarebbero a centinaia.
Per non parlare poi sempre della rotonda dell’Esselunga, imboccarla ogni volta è un rischio. Moltissimi non rispettano la precedenza.

L’ultima pecca: in merito al negozio Naturale, in centro paese, che a fine mese chiuderà i battenti per trasferirsi nella funzionale e organizzata Osnago. Più che mai importante sarebbe avere almeno un negozio di alimentari, senza il quale gli anziani saranno costretti ad andare oltre Statale.
E aggiungo anche in via Santa Cecilia, dalle 17 alle 20 più o meno, arrivano auto (che girano a destra dal viale alberato per scorciatoia ) a tutta velocità.. Ci vorrebbe quanto meno un rallenta traffico.
Grazie per l’attenzione, ci tenevo a sottolineare l’importanza di questi particolari.
Messaggio firmato


Mobile Sliding Menu

© Copyright 2022 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati