UN LETTORE, BASTA CON I DISTURBATORI AI PARCHEGGI!

Pubblicato Il

Gentile redazione,

Vi sembra possibile che una persona che si rechi più volte all’ospedale debba  essere “disturbata” dalla richiesta di acquistare merce per incrementare le entrate dei “posteggiatori abusivi” (di fatto questo fanno), ovvero immigrati spesso irregolari? Se non hai tempo, né voglia di dar retta – chi si reca all’ospedale non va a divertirsi – sono pronti ad insultarti come successo di recente a qualcuno. Per quanto mi riguarda gli insulti mi sono arrivati dopo un «No, grazie, non compro» da un giovane virgulto, presenza quasi fissa (tranne alcune trasferte in Senegal) in una zona commerciale di Osnago. Mi domando cosa sarebbe successo qualora fossi stata io a insultare lui. Non ho avuto alcuna reazione, tranne il desiderio di scrivervi perché non mi garba di certo ricevere insulti gratuiti da un ragazzotto che potrebbe essere mio nipote.
Che fine hanno fatto le ordinanze emesse da alcuni Comuni che facevano seguito al Decreto sicurezza urbana dell’ex ministro Minniti?

Lettera firmata



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2019 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati
Powered by Pc Lab Service