CERNUSCO, ORGOGLIO UNDER 14 VOLLEY

Pubblicato Il
- Updated

Quindici vittorie su diciotto incontri, solo Merate Perego e Lomagna hanno fermato il cammino a testa alta della squadra. L’ultima sconfitta risale a dicembre, poi dieci vittorie consecutive hanno permesso di conquistare il primo posto, lasciando la diretta concorrente Usmate-Casatesport a tre lunghezze. Artefice dell’impresa l’allenatore Riccardo Carzaniga (a destra nella foto) che alla sua seconda stagione alla guida della squadra ha centrato l’obbiettivo più importante.

Abbiamo rivolto qualche domanda al coach per raccogliere impressioni ed emozioni di una stagione esaltante.

Innanzitutto complimenti per la vittoria. Come ci si sente a stare così in alto?
Ci si sente bene. L’importante è rimanere sempre umili e concentrati soprattutto adesso che le partite saranno sempre più dure e basta un calo di concentrazione per ritrovarsi fuori dai play-off.

Qual è stato il punto di forza della squadra?
E’ stato proprio l’essere diventati una squadra. Ho sempre detto alle ragazze che una singola giocatrice può risolvere qualche partita complicata, ma che gli obbiettivi li avrebbero raggiunti solo cominciando a ragionare, giocare e soprattutto ad allenarsi da squadra.

Quando hai capito che potevate puntare in alto?
Dopo la partita di ritorno con il Merate. Proprio in quella partita ho visto nelle ragazze una convinzione e una determinazione che hanno avuto conferma nell’incontro con il Pagnano dove la squadra, per la prima volta, ha dato l’impressione di essere consapevole della propria forza e che sarebbe stato difficile per tutte le squadre batterci. Infatti non abbiamo più perso una partita.

Una parola per definire le ragazze?
Ci sarebbero tante parole. Penso che la più adatta sia fantastiche, perché si sono sempre messe a disposizione senza mai darmi un motivo per pensare che non valesse la pena fare dei sacrifici per loro. Vorrei ringraziare in particolare le ragazze che ho impiegato meno durante le partite, perché si sono sempre impegnate negli allenamenti e hanno sempre accettato le mie scelte senza mai creare problemi. Anche questo ha contribuito a farle diventare una squadra.

Ora arriva il bello. Quali aspettative hai per i play-off?
Più che di aspettative parlerei di obbiettivi. Per come sono fatto ovviamente l’obbiettivo è la finale e penso che la squadra possa affrontare questi play-off giocandosela con chiunque. Detto questo ci tengo a dire che per me le ragazze hanno già fatto qualcosa di speciale e unico e che sarò sempre e comunque “straorgoglioso” di tutte, indipendentemente dal risultato di questi play-off. Come ogni partita dirò loro di scendere in campo per provare a vincere, poi accetteremo qualsiasi risultato che, come ho detto, non cambierà di una virgola quello che penso di loro, cioè che sono fantastiche!
Per concludere vorrei ringraziare gli allenatori che mi hanno affiancato e aiutato durante la stagione, Giosuè Airoldi, Nicola Ferrario e Alfredo Collimato e il presidente Ermanno Dell’Orto per avermi accolto in questa società dove ho trovato persone che trasmettono la loro passione per la pallavolo a tutte le nostre atlete.

Arrivati a questo punto non ci resta che farvi un grande in bocca al lupo!

M.C.

 



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2019 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati
Powered by Pc Lab Service
".(9146*6663)."