LOMAGNA, TROFEO DI COMBATTIMENTO DI VOVINAM VIETVODAO

Pubblicato Il

Domenica 9 febbraio presso il palazzetto Bons en Chablais di Castione della Presolana si è tenuto il primo trofeo di combattimento in memoria di Giulio Speranza. Evento organizzato in ricordo del piccolo Giulio, cinque anni, desideroso di intraprendere la carriera di marzialista fin dalla più tenera età, ma che a causa di una brutta leucemia non ha potuto esaudire questo desiderio.
Organizzatore dell’evento appunto l’A.s.d. Giulio Speranza insieme ad A.s.d. Vovinam Vievodao Italia .
130 gli atleti partecipanti  dai 9 anni in su provenienti dai club di tutta la Lombardia.
Al trofeo  anche l’A.s.d  VVsport di Lomagna ha partecipato con 13 atleti, appartenenti al club di Vovinam  Vietvodao del Maestro Iris Di Nardi.
Sei  ori, quattro  argenti e  un  bronzo hanno portato  il club di Lomagna in cima alla classifica dei club e la vvsport al terzo posto nel medagliere delle associazioni sportive che divulgano il vovinam in Lombardia, dientro ad. A.s.d. A.s.co. promotion prima e A.s.d. Parco del Ticino seconda.
§Gli ori sono arrivati da:   Cecilia Goia nella categoria punto e stop femminile 32-36 kg anno 2011, Andrea Ripamonti nella relativa categoria maschile 32-36 kg  sempre anno 2011; oro anche per  Raffaele  Bicchierri nella categorie per i nati 2010 maschile 26-30 kg, per Veronica Bettoni categoria femminile 30-36 kg, Migena Shtjefni categoria femminile punto e stop più 42 kg e per Daniel Zaka nella categoria over 80 kg .
Argento invece per Sofia Corucci, che si è ritrovata ad un testa a testa  nella finale con la compagna Bettoni  nella categoria punto e stop femminile 30-36 kg; per Marco Zaka categoria light 44-48 kg 2008-2007 e  Marta Giannini anno 2005 categoria light femminile 48-52 kg. Argento anche per Lorenzo Consonni categoria senior cinture gialle 62-67 kg, quest’ultimo in lizza per la selezione del team nazionale senior che partirà per il prossimo Europeo in Belgio.
Bronzo invece per Elmiger Shtjefni , categoria light  48-52 kg maschile.
Ottime anche le prestazioni di Paolo Valli e Joele Zongaro che non hanno raggiunto podio, ma che alla loro prima esperienza si sono comportati egregiamente.
«Sono molto soddisfatta dei risultati ottenuti, i ragazzi che alleno hanno dimostrato  costanza e passione e sono tutti molto promettenti  – ha commentato il maestro Iris Di Nardi – Spero che l’esperienza vissuta possa spronarli a fare sempre meglio e incentivarli a migliorare sempre di più. Ora la sua attenzione andrà al team senior, per la preparazione del campionato nazionale, sede di selezione per la squadra che farà parte del team italiano 2020 e che partirà per il Belgio a luglio».

D.V.



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2020 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati