PRIMI PUNTI DELLA STAGIONE PER G.A.P. MOTOZOO RACING

Pubblicato Il

E’ stato un weekend tanto atteso quanto difficile quello trascorso sul circuito di Aragon per G.A.P. Motozoo Racing by Puccetti, alla prima storica apparizione mondiale.
Le prove libere sono trascorse alla ricerca del setting migliore per Michel Fabrizio, mentre per Shogo Kawasaki si è trattato del vero debutto in pista dopo i giri effettuati a Misano, quando però i postumi della caduta di Barcellona e dell’intervento alla clavicola erano ancora evidenti.
Il sabato si è testata una gomma anteriore diversa sulla moto di Fabrizio, che era sembrata dare esiti positivi, cosa che ha fatto propendere la squadra a scendere in pista per gara uno con quella gomma. Purtroppo però la scelta non ha pagato, anche se Michel è riuscito ad agguantare la zona punti, arrivando ad occupare la quattordicesima piazza finale, consentendo alla squadra capitanata da Fabio Uccelli di portare a casa i primi storici punti iridati. Per Shogo invece sono stati 15 positivi giri, dove il passare delle tornate hanno messo in mostra il crescere del ritmo ed il feeling con la nuova categoria. Shogo, a fine gara, è giunto diciottesimo.
Gara due è stata invece caratterizza dal tempo incerto, tanto che la squadra ha deciso di fare partire Michel Fabrizio con le gomme slick. Purtroppo la pioggia di inizio gara ha reso vano l’azzardo, tentato da pochi in griglia di partenza. Michel è stato costretto a rientrare ai box per cambiare le gomme, una volta tornato in pista ha ottenuto tempi di assoluto valore, al pari di chi lottava per la sesta e settima pizza. Shogo invece ha proseguito nel suo apprendistato, evitando inutili rischi con la pista bagnata, giungendo in ventesima posizione finale.
Queste le parole del team manager Uccelli, al termine della tre giorni spagnola: «E’ stato un week end interlocutorio, trascorso durante le prove a cercare il setup migliore, poi proseguite in due gare dove potevamo ottenere di più. Nella prima, con Michel, abbiamo sbagliato la scelta della gomma anteriore e, complice una partenza non ottimale, ci siamo trovati indietro. Poi Michel ha recuperato un po’ di posizioni e ci ha consentito di agguantare i primi punti iridati. Shogo invece ha fatto un ottimo step di crescita, complici i chilometri percorsi durante il week end di gara, che non aveva purtroppo potuto percorrere nei precedenti test. Nella seconda corsa abbiamo tentato l’azzardo, scendendo in pista con le slick. Purtroppo la pioggia che ha iniziato a cadere nei primi giri ha reso vano il nostro azzardo, abbiamo dovuto cambiare le gomme a Michel, trovandoci in fondo alla classifica. Michel poi ha girato davvero forte, nonostante fosse da solo, ottenendo tempi di tutto rispetto. Shogo ha dimostrato di crescere anche con la pista bagnata, portando a termine la corsa in ventesima posizione. Guardiamo ora con fiducia al prossimo appuntamento in Portogallo sul circuito di Estoril».



Mobile Sliding Menu

© Copyright 2021 Dentro&Fuori - Tutti i diritti riservati